concentrazione nei bambini

La concentrazione nei bambini ( e negli adulti con un bambino dentro!) 3


Hai mai visto un colibrì?

colibri concentrazione

A volte i bambini (ma anche gli adulti) svolazzano a destra e sinistra sbattendo le ali forsennatamente iniziando mille cose e lasciandone altrettante senza una conclusione.
Molti pensieri in testa eppure qualsiasi cosa è buona per distrarsi.
Se capita agli adulti, ancor di più capita per chi ha un’intelligenza curiosa come i bambini, sempre entusiasti di qualsiasi cosa.
La CONCENTRAZIONE o meglio il FOCUS è l’arma segreta per andare diritti al punto, raggiungere obiettivi senza perdersi per strada.
Premetto che anche io sono molto creativo e distratto e in questo post sintetizzo anche le mie esperienze.

L’idea per l’articolo è venuta da un mamma che mi chiedeva come aiutare la sua bambina a fare i compiti, concentrandosi.
Ho scritto su di un foglio alcune idee e le ho qui riportate.:)

La rinascita della Concentrazione

La concentrazione si può allenare ed imparare tramite l’autodisciplina.
Essere connessi “qui ed ora” senza pensare al dopo o alle altre cose.

Quando studiavo per l’università cercavo di svuotare la mente prima di iniziare a studiare.
Prendevo un foglio di carta e scrivevo tutte le cose che dovevo fare, le scadenze, gli impegni.
Poi riguardavo il foglio e sceglievo se fare subito o dopo quello che era in lista.

Poi  mi domandavo: sei più sereno se lo fai subito o dopo? Quale delle due ti permette di studiare sereno?

E sceglievo in modo da sedermi davanti agli appunti rilassato.
Non nascondo che c’erano giorni in cui studiavo subito altri in cui solo alle 22 trovavo la pace dei sensi per poter studiare.

Allenare i bambini alla concentrazione

E’ importante che i nostri figli imparino la concentrazione per potersi godere a fondo la vita.
Il mondo che ci sta accanto oggi favorisce la superficialità.
Bella frase fatta?

Hai mai pensato cosa significa superficialità?

Superficialità  significa stare in superficie…… è come se ordinando una birra o lo spumante bevessi solo la schiuma che galleggia sopra.

Assaporare la vita è ” bersi tutto il bicchiere che la vita ci propone fino in fondo” sentendoci infine appagati.

Ok ho capito… ma come insegno la concentrazione a mio figlio?

Non rimandare a domani continua leggere!

Non rimandare a domani continua leggere!

 Insegna a concentrarsi sul gioco

COME?
1. Scandisci i tempi del gioco

2. Sii presente, meglio 15 minuti connesso a tuo figlio completamente senza telefono, tablet, piuttosto che una giornata insieme rimandando a dopo, perchè non ho tempo!

3.  Insegnali a riporre il giocattolo  prima di passare ad un altro perchè  lo farà riflettere e concentrare.
Ricorda che  giocare in una stanza disordinata è come cercare libri da leggere nel cassonetto della raccolta carta!

Spiegare perchè la concentrazione è importante

Dirgli che se si impegna a fondo è utile.
Fare un attività senza distrazioni porta prima al risultato ed è anche migliore il finale.
Che siano i compiti od un lavoretto con la pasta da modellare.
Guardate Guido come si concentra e non si lascia distrarre durante il pit stop a saetta, osserva il suo sguardo!

Cercare il ritmo giusto
Di nuovo cars, Hudson Hornet a Saetta McQueen :
“Ragazzo, trova un ritmo che ti stia comodo e recupera quel giro!”

 

 

Concentriamoci insieme

Vuoi essere l’allenatore di tuo figlio? allora devi giocare con lui, con le stesse regole ed impegno.
Non sederti accanto a lui solo per essere lì con il corpo e con la testa altrove , il vero coach è connesso testa e cuore in quel che fa! vuoi essere da meno?
Guida tuo figlio al successo ponendogli sfide fattibili e crescenti.

Infine esistono Esercizi pratici ?

SI esistono

ecco i miei 7 punti per aumentare focus e concentrazione:

1. allena l’occhio

  • Aiutalo a osservare i dettagli.
  • Esegui esercizi di comparazione (scopri le differenze).
  • Chiedigli di descrivere i colori del paesaggio che vedi.

2. Sentire

Dopo un esperienza (la spesa, una festa, una gita)

  • chiedigli di descrivere i suoni che ha sentito.
  • Gioca con i dialetti e con la musica aiutandolo a riconoscere canzoni e lingue tipiche.

3. Il Naso

  • Fagli odorare cibi mentre cucini.
  • Un gioico utile e divertente è “Il memory degli odori” :prendi 20 garze e crea 10 coppie di odori (piacevoli e non) mischiali e chiedigli di ricreare le coppie e descrivere l’odore.

4. Il Gusto

  • Fai assaggiare i cibi mentre cucini.
  • Chiedigli di descivere i suoi cibi preferiti.

5. La pelle

  • Dagli un oggetto mentre è bendato e digli di descriverlo. Parti con un oggetto che conosce e poi con uno a lui sconosciuto.
  • Chiedigli di descrivere gli oggetti che tocca magari quando esci al mercato.

6. Nelle scarpe di un altro

  • Fagli vivere la vita altrui ad esempio chiedendogli cosa farebbe una Winx o un Gormito in questa situazione.

(gli inglesi usano la frase ” if I were in your shoes” se fossi nelle tue scarpe, noi diciamo nei tuoi panni!)

  • Insegnali a guardare con diversi punti di vista
  • e sopratutto a non arrendersi di fronte ai problemi ma a cercare la soluzione.

7.  liste

Fai liste di cose da fare scrivendo accanto le priorità ( 1,2,3,4,5….. da quelle a priorità più alta a quelle a più bassa priorità)
Appendila poi al frigo e sbarrale quando le hai fatte.
Lo scopo della lista è terminarla per poi crearne un’altra.

Tutto qui?

No!

Fagli apprendere che è importante “iniziare e finire sempre” perchè lasciare le cose sospese, fa finire male le cose.
Usa questo gioco:  dagli un uovo e di:  ”lancialo in alto”.
Vedi quello che accade:

lo riprende? OK!  e  se non lo prende? SPLAT! spiaccicato sul pavimento, lo stesso accade alle cose lasciate a metà.

 

E tu che cosa usi per concentrarti?

Io quando mi voglio concentrare uso la musica in sottofondo mi aiuta a spegnere la “vocina” interiore, cioè  i pensieri che ho. Che musica è più adatta? La musica che mi sembra più adatta al ritmo che voglio imporre al lavoro e mi butto a capofitto. Oppure metto una musica rilassante che aiuti a meditare a svuotare prima di immergermi.
Mia moglie, Floriana, invece cerca il silenzio. Come vedi non siamo tutti uguali anche in questo impara a rispettare le differenze tra te , gli altri e tuo figlio.

Adesso tocca a te!

Quali sono i metodi che usi per concentrarti?

Scrivili nei commenti!

Commenti

commenti


Scrivi il Tuo Commento

3 commenti su “La concentrazione nei bambini ( e negli adulti con un bambino dentro!)